Santena, usura in città nel servizio giornalistico in onda su Rai News 24

Potrebbero interessarti anche...

4 risposte

  1. santenatribe ha detto:

    Possibile che nessuno commenti questo servizio giornalistico?
    Possibile che Santena sia popolata da cittadini così ciechi?
    Possibile che ci sia questa omertà su problematiche di tale rilevanza?
    E possibile che le Istituzioni e le forze dell’ordine presenti sul territorio, sembrano così poco attenti a questa problematica.
    Se a occuparsi della vicenda è sempre la Guardia di Finanza, così come nel 2000-2002 dobbiamo prendere per vere le preoccupazioni della signora Mannarino, quando parla di difficoltà e diffidenza nel relazionarsi con i Pubblici Ufficiali presenti a oggi?
    La piazza è sempre popolata dalle stesse persone dalla mattina alla sera, da pseudo-imprenditori che dovrebbero lavorare per sopravvivere e invece sono sempre lì con beni, mezzi e disponibilità economica nettamente superiore alle fonti di sostentamento. Non posso credere che queste cose non vengano colte; ricordo altresì come a questi si sommino strani personaggi che si atteggiano a papponi, sempre al telefono, sempre pronti a vantarsi di amicizie “IN”, sempre in giro per gli esercizi commerciali in una sorta di via crucis… a fare cosa? A chiedere cosa? Cose che tutti immaginano, tutti mormorano, ma che poi davanti a un’intervista nascondono, omettono, mentono… sporcandosi e diventando complici degli stessi.
    Le macchine di questi strani personaggi, i loro Suv, sono sempre lì in doppia fila, paralleli ai bar sotto i portici. Loro li vedi sempre al cellulare, in giro, ma caso strano non sono mai multati …Perchè?
    Persone, calabresi, giunte dalla Calabria per appoggiare la candidatura di Nicotra, anche genitori fatti salire apposta.
    E perchè dimenticare l’alto numero di società di videopoker con sede a Santena, con collegamenti proprio con l’Emilia Romagna anch’essa citata nel servizio.
    Casualità? No…
    Aprite gli occhi, la città è di chi la abita non di chi la governa… agganciandomi ad una frase di Ligabue che rende bene l’idea del sentirsi cittadini…cittadini liberi, Onesti…cittadini contro le Mafie!
    SantenaTribe D.A.

  2. MS DOPPIETTA ha detto:

    Il primo cittadino alla domanda della giornalista “un ente locale non assolverebbe un ruolo sociale se si mettesse dalla parte del cittadino?” commenta così: “dottoressa…ma se non vengono in che modo tu ti puoi mettere dalla parte del cittadino…ancora grazie che quello gli ha risolto un problema…”. Se lo chiede il sindaco perchè i cittadini non parlano di certe cose con lui o con chi dovrebbe rappresentare la legge a Santena? Forse perchè come hanno detto alcuni cittadini nell’intervista “Santena è un paese normale dove parlare di usura è dire un eresia”…dove per paura di chissà cosa certi delenquenti vengono definiti “persone al top”! E poi mi chiedo…ma il nostro sindaco (anche avesse il potere di far scarcerare i delinquenti…cosa assurda visto che fuori Santena esiste la legge) come mai si è preoccupato dei poveri figli al tempo piccoli di D’Alcalà e gli ha “fatto dare” gli arresti domiciiari? E gli altri carcerati di Santena con figli e famiglie non hanno la stessa importanza? o dal momento che non ha “ucciso nessuno” non è da considerare un delinquente?!
    Santena è piena di persone non cieche ma terrorizzate…persone che dopo 15 anni hanno sempre il solito problema, ma che ovviamente si guardano bene dall’andare a denunciare perchè è visibile a tutti che per alcune persone i tutori della legge (se si possono definire così) “chiudono entrambi gli occhi”. Chiunque ha la possibilità di vedere questa intervista capisce che la gente non vuole parlare perchè ancora il problema e la paura c’è. Perchè tanti problemi nel dire che D’alcalà è stato in galera per strozzinaggio. Perchè tanta paura di dire che ancora oggi la piazza di Santena ha quei quattro ometti convinti di essere i padroni del paese. Perchè nessuno denuncia determinate cose? Perchè nonostante non ci sia più un Pasquariello a coprire lo schifo che c’era ancora oggi nessuno sembra mostrare troppa fiducia nelle forze dell’ordine?
    Commento di autore noto all’amministratore del blog

  3. dogali ha detto:

    Ho tratto conforto dalla lettura dei due commenti che mi precedono. In questi quattro anni di attività in Consiglio comunale spesso ho avuto la sensazione di esprimere pensieri eretici, apprezzati da pochi e portatori di fastidi considerevoli per il mio quieto vivere. Ora so che a Santena ci sono due persone con cui condividere una comune visione e un comune senso di repulsione e condanna dei fatti rappresentati dal servizio giornalistico di Michela Monte.
    Ovviamente so che a Santena ci sono molte altre persone che la pensano così, ma purtroppo e troppo spesso restano silenti e, quindi, poco incisive per il formarsi di una comune coscienza civile di indignazione nei confronti di ciò che resta inaccettabile al di là di qualsiasi appartenenza e convinzione.
    Non posso non chiedermi come mai questo servizio, letto da 417 (… ovvero 416bis!) persone, nonostante il contenuto clamoroso e coinvolgente per tutti i santenesi ottenga due commenti due, e pure con identità criptata. E gli altri? Hanno tirato dritto indifferenti? Non osano? E’ la classica prudenza pedemontana o l’italica diffusa paura di esporsi?
    Destati Santena! Se non ora, quando?
    Destati ora, perchè domani potrebbe essere troppo tardi.
    Domenico Galizio

  4. MS DOPPIETTA ha detto:

    Come ben può capire i nostri commenti devono sempre avere l’anonimato per evitare ritorsioni…perchè purtroppo siamo in un paese dove c’è da aver paura di esprimere la propria opinione. Speriamo solo in un futuro migliore…perchè questi anni sono stati veramente tristi!
    Commento di autore noto all’amministratore del blog